Il Pakistan registra oltre 760 casi di COVID-19, otto morti in 24 ore

Un funzionario sanitario che indossa indumenti protettivi preleva il campione di un uomo in una struttura di screening e test drive-through per COVID-19, lungo una strada a Islamabad.  Foto: AFP/file
Un funzionario sanitario che indossa indumenti protettivi preleva il campione di un uomo in una struttura di screening e test drive-through per COVID-19, lungo una strada a Islamabad. Foto: AFP/file

ISLAMABAD: il Pakistan ha registrato otto decessi per COVID-19 nelle ultime 24 ore ⁠ — il numero più alto di cause legate al virus negli ultimi 20 giorni, hanno mostrato giovedì i dati del National Institute of Health.

Il paese ha riportato l’ultima volta nove morti in un solo giorno il 7 luglio.

Secondo le ultime statistiche, il tasso di positività al COVID-19 in Pakistan si attesta al 3,65%. Ben 761 nuove infezioni da COVID-19 sono state rilevate dopo aver testato 20.843 campioni, portando il conteggio totale dei casi di coronavirus nel Paese a 1.552.632.

Nel frattempo, 170 persone colpite dal virus vengono curate in unità di terapia intensiva.

Ultima variante del coronavirus

BA5, parte della famiglia Omicron, è l’ultima variante del coronavirus a causare ondate diffuse di infezione a livello globale.

Secondo il rapporto più recente dell’Organizzazione mondiale della sanità, era dietro il 52% dei casi sequenziati a fine giugno, rispetto al 37% in una settimana. Negli Stati Uniti, si stima che causi circa il 65% delle infezioni.

Numeri di casi in aumento

BA5 non è nuovo. Identificato per la prima volta a gennaio, è stato monitorato dall’OMS da aprile.

È una variante sorella del ceppo Omicron che è stato dominante in tutto il mondo dalla fine del 2021 e ha già causato picchi nei tassi di casi, anche con test ridotti, in paesi tra cui il Sud Africa, dove è stato trovato per la prima volta, così come negli Stati Uniti Regno, parti d’Europa e Australia.

I casi di coronavirus in tutto il mondo sono in aumento da quattro settimane di seguito, hanno mostrato i dati dell’OMS.

Come il suo fratello strettamente imparentato, BA4, BA5 è particolarmente bravo a eludere la protezione immunitaria offerta dalla vaccinazione o da una precedente infezione.

Per questo motivo, “BA5 ha un vantaggio di crescita rispetto alle altre sottolinee di Omicron che stanno circolando”, ha detto martedì Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell’OMS su COVID-19 in una conferenza stampa.

Per molte persone, questo significa che vengono reinfettate, spesso anche poco tempo dopo aver contratto il COVID-19. Van Kerkhove ha affermato che l’OMS sta valutando le segnalazioni di re-infezioni.

“Abbiamo ampie prove che le persone che sono state infettate da Omicron vengono infettate da BA5. Non c’è dubbio”, ha affermato Gregory Poland, virologo e ricercatore di vaccini presso la Mayo Clinic di Rochester, nel Minnesota.

Source link

Gruppo Successo

Learn More →